A lezione di plastica nel Nord e nel Sud del mondo

plasticaUna sesta pubblicazione nel 2009 è andata ad integrare la collana “CooperaMondo” ideata e prodotta dal Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) per favorire il radicamento nella comunità piemontese di una cultura di pace e dei suoi presupposti quali le libertà democratiche, i diritti umani, la non violenza, la solidarietà, la cooperazione internazionale e l’educazione allo sviluppo sostenibile.

Nei primi quattro libri, l’idea proposta agli insegnanti ed ai bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado, era quella di approfondire il concetto del “diritto all’alimentazione”; mentre nel quinto si è iniziato ad approfondire il significato della “salvaguardia dell’ambiente” e del rapporti tra l’uomo e il territorio nel Sud del mondo presentando le iniziative di cooperazione dei Parchi Regionali Piemontesi.

In quest’ultimo numero si sono volute ampliare ancora ulteriormente le conoscenze dei bambini in materia di salvaguardia ambientale, con un’attenzione particolare alla necessità di impegnarsi per migliorare la gestione dei rifiuti urbani e periurbani delle città del Sud del mondo. Lo si è fatto presentando l’esperienza di solidarietà internazionale concretamente realizzata in Burkina Faso dall’Ong LVIA. Nuovamente, si è cercato di farlo nel modo più semplice, con gli occhi dei bambini: una breve presentazione della loro realtà, un racconto dei problemi riscontrati, una giornata trascorsa a scuola ed il racconto di come, in questo contesto come in molte altre parti del Sahel, le Ong stiano tentando di proporre soluzioni. Un modo, dunque, per spiegare anche ai più piccoli il senso della cooperazione internazionale, attraverso la presentazione di quanto da ormai più di dieci anni la Regione Piemonte realizza nel quadro del suo “Programma per la Sicurezza Alimentare e la Lotta alla Povertà in Africa Occidentale” (per info: http://agora.regione.piemonte.it ) ed in particolare nell’ambito del Tavolo di lavoro “Ambiente Piemonte & Sahel” costituito, nel 2007, con le Ong piemontesi LVIA, CISV e RETE al fine di rafforzare e valorizzare quanto il sistema piemontese sta realizzando nel settore ambientale; supportando, così, il lavoro delle Ong del COP che attraverso i propri collaboratori si sono impegnate, da oltre mezzo secolo in più di 90 Paesi, a vivere e a lavorare ogni giorno con spirito di solidarietà e di collaborazione a fianco delle comunità locali verso la costruzione di un futuro migliore per sé e per i loro figli.

 

COPERTINA e LIBRETTO PLASTICA

 

Please follow and like us:

I commenti sono chiusi.