Mercoledì 21 settembre a Palazzo Cisterna: Evento per la cooperazione

COMUNICATO STAMPA

Piemonte: territorio di pace, cooperazione internazionale e solidarietà

L’appello di Ong e Comuni affinché non vengano tagliati i finanziamenti

alla cooperazione internazionale in un incontro a Palazzo Cisterna

Mercoledì 21 settembre alle ore 10.30

 

In preparazione della “Marcia Perugia-Assisi per la pace e la fratellanza fra i popoli, che si svolgerà il 25 settembre, le associazioni che si occupano di cooperazione internazionale riunite nel COP – Consorzio Ong Piemontesi, i 32 Comuni piemontesi riuniti nel CoCoPa Coordinamento dei Comuni per la Pace (con la Città e la Provincia di Torino) e ReCoSol la Rete dei Comuni Solidali (nata in Piemonte e che rappresenta oggi 266 soggetti pubblici in tutta Italia di cui, in Piemonte, 97 Comuni, 1 Provincia e 8 Comunità Montane) hanno organizzato per il 21 settembre 2011 a Palazzo Cisterna, sede della Provincia di Torino in Via Maria Vittoria 12, un incontro sul tema: Piemonte: territorio di pace, cooperazione internazionale e solidarietà.

L’obiettivo è sollecitare la Regione Piemonte, attraverso un appello lanciato nello scorso giugno e sostenuto da oltre 400 soggetti piemontesi (associazioni, Comuni e Province, enti religiosi e missionari, università, parchi regionali, ecc.) affinché la Giunta Regionale ripristini i finanziamenti a sostegno delle politiche di cooperazione internazionale e di sensibilizzazione alla pace del territorio piemontese, che risultavano essere azzerati nel Bilancio Preventivo 2011, dopo aver subito pesantissimi tagli nel Bilancio 2010.

All’incontro sono stati invitati rappresentanti della Giunta e del Consiglio regionale, mentre Il Sindaco di Torino Piero Fassino e il Presidente della Provincia Antonio Saitta, coglieranno l’occasione per salutare e consegnare alla delegazione di giovani che parteciperà alla “Marcia Perugia-Assisi per la pace e la fratellanza fra i popoli” e al Meeting “1000 giovani per la pace” una grande bandiera italiana che sfilerà alla Marcia subito dopo la grande bandiera della pace del Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, nel 150° anniversario della Unità d’Italia.

 

PROGRAMMA

“Piemonte: territorio di pace, cooperazione internazionale e solidarietà”

21 settembre 2011

Sala Consiglieri della Provincia di Torino

Palazzo Cisterna, Via Maria Vittoria 12

 

Ore 10.30:     Benvenuto ai partecipanti dell’Assessore alle Relazioni Internazionali della Provincia di Torino, Marco D’Acri

Intervengono:

Roberto Montà, Presidente Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino

Umberto Salvi, Presidente del Consorzio delle Ong Piemontesi

Odilia Negro, rappresentante della Rete dei Comuni Solidali

 

Ore 11.00:     Riflessioni sul tema della giornata

“Piemonte: territorio di pace, cooperazione internazionale e solidarietà”

Interverranno Sindaci e rappresentanti di associazioni e Ong piemontesi, alcuni responsabili di enti missionari e di altri soggetti piemontesi che credono nell’importanza di un impegno comune per la pace e la cooperazione internazionale.

Sono stati inoltre invitati a partecipare alla riflessione rappresentanti della Regione Piemonte (Giunta e Consiglio Regionale) e l’Arcivescovo di Torino S.E. Mons. Cesare Nosiglia

Chiuderanno il momento di riflessione il Presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, e il Sindaco di Torino, Piero Fassino, con la consegna ufficiale della Bandiera Italiana alla delegazione di Giovani del COCOPA e del COP che parteciperanno alla “Marcia Perugia-Assisi per la pace e la fratellanza fra i popoli” e al “Meeting di 1000 giovani per la pace” nei giorni 23-24-25 settembre 2011.

 

Ore 12.30:     Ranzie Mensah, Principessa del popolo Fanti del Ghana e cantante impegnata nell’interculturalità e la pace nel mondo, concluderà la mattinata con un momento musicale.

Sarà presentata da Maria Giuseppina Puglisi, Assessore alle Pari Opportunità della Provincia di Torino, e a Costantina Bilotto Costantina Bilotto, Presidente della IX Commissione Provinciale per le pari opportunità e le relazioni internazionali, che richiameranno brevemente i contenuti della Campagna “Premio Nobel per le Donne Africane (Noppaw – NObel Peace Prize for African Women) che nei primi giorni di ottobre si concluderà con la proclamazione dei vincitori del Premio Nobel per la Pace 2011 e che ha visto il territorio italiano e piemontese, in particolare, sostenere l’assegnazione di un premio collettivo alle donne africane, per i loro grande e fondamentale contributo per il futuro non solo dell’Africa ma del mondo intero.

 

[ nggallery id=2 ]

Please follow and like us:

I commenti sono chiusi.