Sabato 14 maggio: Seminario HEALTH HEROES: gli Eroi della Salute e presentazione del libro «Africa malata. Memorie di chirurgia povera in Sudan» di Giuseppe Meo, Ed. Harmattan

Alle 14.30 Torino Lingotto Fiere, luogo da definirsi. Dettagli su www.ongpiemonte.it

A cura di: Ong CCM in collaborazione con il Consorzio Ong Piemontesi e il Comune di Torino

 

COMUNICATO STAMPA

Il CCM – Comitato Collaborazione Medica – presenta gli “Eroi della salute” al Salone del Libro di Torino presso il Lingotto Fiere, sabato 14 maggio alle 14,30 nella Sala Arancio

Un incontro per far conoscere le esperienze di chi lavora ogni giorno nei paesi a basso reddito per garantire a tutti l’accesso alle cure sanitarie, evento all’interno della campagna internazionale “Health Heroes” promossa dal network europeo Action for Global Health.

Ci sono storie straordinarie che tutti dovrebbero conoscere, come quelle di persone normali che ogni giorno lottano eroicamente con passione e professionalità per curarne altre nei paesi dove non è garantito a tutti l’accesso alla sanità di base. Il CCM – Comitato Collaborazione Medica – presenta alcune di queste toccanti esperienze il 14 maggio alle 14,30 al Salone del Libro di Torino, all’interno della Sala Arancio, durante l’incontro “gli Eroi della Salute”, in collaborazione con il COP – Consorzio Ong Piemontesi – e il Settore Cooperazione Internazionale e Pace della Città di Torino.

Giuseppe Meo, medico e cofondatore del CCM, prenderà spunto dal suo libro “Africa Malata”, sulla chirurgia “povera” e “per i poveri” esercitata da decenni in Sud Sudan, per raccontare le storie di alcuni operatori sanitari africani. Verrà evidenziata l’importanza del personale locale e della sua formazione professionale in zone remote di paesi a basso reddito, dove comunque si possono assicurare cure sanitarie efficaci e praticare interventi chirurgici d’urgenza utilizzando tecniche scientificamente valide. Si tratta di “tecnologia appropriata” al contesto, che il CCM utilizza da molti anni nei propri progetti di cooperazione sanitaria in Africa.

Altre Ong del COP (CUAMM-Piemonte, NutriAid e Rainbow for Africa) racconteranno le esperienze di chi lavora sul campo in paesi poveri, spendendo la propria vita accanto ai malati, e l’associazione Spazi al Femminile parlerà del ruolo dei migranti nel favorire l’accesso alla salute delle loro comunità in Italia.

Durante l’incontro sarà possibile visionare la mostra interattiva della campagna “Health Heroes”, lanciata ufficialmente il 9 maggio in Italia, con il sostegno dell’Osservatorio Italiano sull’Azione Globale contro l’AIDS e di altre Ong attraverso il progetto “Health for All”*. Tutti possono fare la differenza: il 14 maggio a Torino o sul sito www.osservatorioaids.it si può aderire alla petizione per dare voce agli “Eroi della salute” nelle richieste ai leader politici europei. Alle Istituzioni è proposto uno sforzo straordinario verso gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio sanciti dall’Onu volti a ridurre la mortalità infantile e materna e l’incidenza di HIV/AIDS, malaria e altre malattie diffuse nei paesi a basso reddito. Altre informazioni si trovano sul sito internazionale: www.healthheroes.eu/it

Questo evento si inserisce nell’iniziativa “PIEMONTE chiama MONDO 2011 – Un intero mese dedicato alla cooperazione internazionale e all’educazione per una cittadinanza mondiale“, organizzata per il quinto anno consecutivo dalle 25 Organizzazioni Non Governative e Associazioni che aderiscono al Consorzio delle Ong Piemontesi. Sul sito www.ongpiemonte.it è disponibile il programma con il dettaglio degli oltre 50 eventi organizzati nelle diverse località piemontesi.

Contatti:

CCM – Comitato Collaborazine Medica

Filippo Ciardi, Ufficio Stampa – filippo.ciardi@ccm-italia.orgwww.ccm-italia.org 011-6602793

COP – Consorzio delle Ong Piemontesi

Donata Columbro, Ufficio Stampaufficiostampa@ongpiemonte.itwww.ongpiemonte.it

 

*Il progetto “Health for All” è realizzato con il supporto dell’Unione Europea. I contenuti dell’iniziativa sono di responsabilità delle ong promotrici ISCOS,  AIDOS, CeLIM, CESTAS, Medici con l’Africa CUAMM, OXFAM Italia e CCM e non riflettono in alcun modo l’opinione dell’Unione Europea.

 


 

 

Please follow and like us:

I commenti sono chiusi.