Sicurezza alimentare nel Sud del mondo. Catalogo di proposte educative per le scuole primarie e secondarie di 1° grado del Piemonte sul tema dell’insicurezza alimentare e della povertà nei Paesi del Sud del mondo

Realizzato dal Consorzio delle Ong Piemontesi per conto del Comitato Italiano per il PAM (Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite), il Catalogo raccoglie una serie di proposte educative realizzate da Istituzioni pubbliche ed Organizzazioni private sul tema della insicurezza alimentare e della povertà nei paesi del Sud del mondo.

Questo catalogo è stato commissionato dalla Regione Piemonte – Settore Affari Internazionali e Comunitari, in occasione delle celebrazioni del Decennale del Programma per la Sicurezza Alimentare e la Lotta alla Povertà nel Sahel e in Africa Occidentale, e sarà consegnato a tutte le scuole che visiteranno l’edizione 2008 di Experimenta, una manifestazione che ogni anno richiama a Torino oltre 100.000 visitatori e che quest’anno avrà come tema proprio il cibo avendo come titolo “Gustando s’impara”.

L’iniziale elaborazione di un questionario finalizzato al reperimento delle informazioni da mettere a disposizione degli insegnanti delle scuole interessate, è stata seguita da un lungo lavoro di raccolta di indirizzi e riferimenti di enti pubblici e privati che, a livello regionale, si occupano a seconda delle rispettive finalità di promuovere e realizzare interventi di cooperazione internazionale da un lato e di sensibilizzazione ed educazione allo sviluppo nelle scuole, dall’altro, su tematiche in qualche modo legate al “diritto all’alimentazione” e alla “lotta alla povertà” nei Paesi del sud del mondo.

Da un elenco di oltre 2.000 enti pubblici e privati censiti, è stata effettuata un’accurata selezione relativamente ai settori di intervento specifici e sono stati inviati i questionari ad un totale di 758 enti così suddivisi: 41 istituzioni ed enti di coordinamento a livello regionale e provinciale a cui è stato chiesto di segnalare ulteriori riferimenti di enti pubblici e privati potenzialmente interessati, 47 enti nella Provincia Alessandria, 9 enti nella Provincia Asti, 23 enti nella Provincia Biella, 74 enti nella Provincia Cuneo, 34 enti nella Provincia Novara, 491 enti nella Provincia Torino, 22 enti nella Provincia Verbania, 17 enti nella Provincia Vercelli.

Il risultato è stato la ricezione di 50 questionari compilati da parte di altrettanti enti interessati a comparire nel catalogo, per un totale di 106 proposte educative ritenute idonee per gli scopi che questo catalogo si prefigge.

Parallelamente è stato svolto un intenso lavoro di ricerca di informazioni aggiuntive per mettere a disposizione degli insegnanti che riceveranno questo catalogo una ricca fonte di informazioni relativa a:

  • Libri e documentazione cartacea disponibile ad uso delle scuole
  • Un elenco ragionato di siti internet consultabili per il reperimento di informazioni e materiali didattici
  • Un elenco di video realizzati sui temi del catalogo e adatti all’utilizzo nelle scuole

Il catalogo è dunque organizzato in 4 differenti Sezioni:

Sezione I: Proposte educative. In questa sezione sono presentate (in ordine alfabetico per nome dell’Ente proponente) l’insieme delle proposte didattiche trasmesse, precedute da una breve presentazione dell’Ente proponente con speciale riferimento alle attività educative da lui condotte normalmente nelle scuole piemontesi.

Sezione II: Presentazione enti di coordinamento. In questa sezione sono presentati alcuni degli enti di coordinamento che a livello regionale e provinciale si prefiggono di offrire un servizio di intermediazione tra i soggetti che realizzano attività educative sui temi di questo catalogo e quelle scuole che fossero interessate a realizzarle.

Sezione III: Bibliografia, sitografia e videografia. In questa sezione sono stati raccolti libri, siti internet e video che gli insegnanti e le scuole interessate potranno reperire su temi legati alle proposte educative presentate dal presente catalogo.

Sezione IV: Indici ragionati. In questa sezione, per una maggiore facilità di consultazione del catalogo, sono stati elencati con riferimenti numerati delle pagine gli enti e le proposte secondo tre differenti approcci differenti:

  • Il primo è un semplice approccio per sezione e per ordine alfabetico
  • Il secondo è l’approccio per “Provincia” in cui sono state raccolte le proposte educative che (su indicazione scritta degli enti proponenti) sarà possibile richiedere dalle scuole in funzione della loro localizzazione geografica
  • Il terzo è l’approccio per “Livello Scolastico” in cui sono state raccolte le proposte educative che (su indicazione scritta degli enti proponenti) sarà possibile richiedere dalle scuole in funzione del loro ordine e grado.

 

Please follow and like us:

I commenti sono chiusi.