Tavolo America Latina

Nel corso del 2007 il Consorzio delle Ong Piemontesi ha avviato una riflessione interna, e successivamente anche con il Settore Affari Internazionali e Comunitari della Regione Piemonte, su quali possibili collaborazioni fosse possibile impostare tra le Ong piemontesi e la Regione Piemonte nel quadro della Legge Regionale del 18 novembre 1994, n. 50 Iniziative per l’attuazione di accordi di collaborazione fra la Regione ed entita’ istituzionali di Paesi esteri, in particolare rispetto alle priorità da essa individuate, che oltre alla “a) presenza dell’emigrazione piemontese con un ruolo di predominanza o di rilievo” e alla “c) necessità di consolidamento o potenziamento dell’immagine culturale, scientifica, tecnologica, finanziaria del Piemonte, in relazione agli obiettivi di sviluppo socio-economico della Regione” individua per gli accordi di collaborazione stipulati con le corrispondenti entità istituzionali degli Stati esteri la “b) opportunità di intervenire per lo sviluppo delle economie locali, nell’ambito degli accordi internazionali nord sud ed est ovest” (vedere a questo proposito i siti degli Affari Internazionali e della Cooperazione della Regione Piemonte: www.regione.piemonte.it/affari_internazionali/internazionali eagora.regione.piemonte.it )

Dopo numerose riunioni di approfondimento e di confronto si sono dunque individuate congiuntamente quali potessero essere le aree e i temi di comune interesse, dal punto di vista della Regione Piemonte rispetto alle proprie priorità e strategie di cooperazione e di internazionalizzazione, e dal punto di vista del Consorzio delle Ong Piemontesi rispetto alla presenza e all’operatività delle Ong associate.

Per questa prima fase la riflessione interna del COP è stata limitata ai Paesi con cui in passato sono state formalizzate dalla Regione Piemonte intese ai sensi della L.R. 50/94, e più nello specifico limitatamente alle aree citate dalla Deliberazione della Giunta Regionale del 26 novembre 2007, n. 73-7599 con cui deliberava di “approvare un Piano che definisce le tematiche su cui dovranno essere orientati i progetti relativi a Costa Rica – Guatemala – Argentina – Brasile – Bosnia – Cile – Uruguay – Cina – Marocco e Perù, le modalità con le quali intervenire, la partecipazione ad alcune iniziative interregionali, nazionali e internazionali, nonché le risorse da accantonare per le realizzazione dei singoli programmi in modo da garantire l’attuazione dei programmi in corso nelle aree interessate dagli accordi di collaborazione elencati, e per dare continuità ad alcune strutture operative di supporto in loco (Antenne Piemonte)“.

E’ stato così avviato per cominciare un Gruppo di Lavoro del COP per l’America Latina (1 febbraio 2007), dal momento che ben 10 Ong socie realizzavano da anni progetti in quest’area, in particolare essendo operative in 17 Paesi attraverso la realizzazione di 101 progetti per una mobilitazione economica di circa 14 milioni di Euro annuali:

  • 40 progetti la cui finalità principale è la promozione dello sviluppo locale (rurale integrato, legato alla crescita delle imprese e/o delle cooperative, legato al miglioramento della sicurezza alimentare, legato alla promozione turistica, ecc.).
  • 32 progetti invece sono sostanzialmente incentrati su settori legati alla difesa dei diritti umani (famiglie desplazadas, infanzia, lotta allo sfruttamento sessuale, discriminazione e maltrattamenti subiti dalle donne, migrazioni, sostegno a diritti comunità indigene, ecc.).
  • 14 progetti sono incentrati sul tema della formazione (avviamento al lavoro dei giovani, formazione mamme, educazione, ecc.).
  • 5 riguardano l’ambiente (3 in Nicaragua e 2 in Brasile)
  • 5 riguardano i diritti del lavoro (3 in Guatemala, 2 in Brasile e 1 in Bolivia)
  • 2 riguardano la sanità (Nicaragua e Brasile)
  • 1 riguarda le post emergenze in Guatemala

Scarica documento di sintesi delle Ong del COP in America Latina

 

Nel corso del 2008 la riflessione si è concentrata su 3 Paesi, Brasile, Marocco e Guatemala, caratterizzati allo steso tempo da due elementi:

  • una presenza operativa di diverse Ong del COP
  • la volontà di rilanciare e rafforzare le attività di cooperazione della Regione Piemonte con alcune aree di questi Paesi con cui in passato sono stati firmati Protocolli di collaborazione proprio nell’ambito della Legge 50/94. In particolare:
    • In Brasile: “Intesa di collaborazione tra Regione Piemonte e Stato di Minas Gerais sottoscritta il 22 giugno 2007
    • In Guatemala: “Protocollo d’intesa tra la Regione Piemonte e il Dipartimento di Quetzaltenango (giugno 2004)
    • In Marocco: “Protocollo di cooperazione e partenariato tra la Regione Piemonte e la Regione di Rabat-Salé-Zemmour-Zaer del Regno del Marocco (13 luglio 2001)” e il “Protocollo di cooperazione e partenariato tra la Regione Piemonte e la Regione di Chaouia Ouardigha del Regno del Marocco (30 ottobre 2001)”

 

Please follow and like us:

I commenti sono chiusi.